buscar

Attualità tecnologica
Il presente di EDICOM è la migliore garanzia per il Vostro futuro

L’Ungheria implementerà la dichiarazione dell’IVA in tempo reale

02/10/2019

Hungary VAT

AGGIORNAMENTO 02/10/2019: Da aprile 2020, l'Autorità Fiscale ungherese (NAV) obbligherà tutti i contribuenti a utilizzare la versione 2.0 dell'XML della fattura elettronica nei loro report online. Insieme a questo aggiornamento, è stato modificato anche il programma degli obblighi del RTIR ("Online Számla").

- L'ambiente di test NAV funzionerà con la nuova versione 2.0 dal 15/10/2019.

- Le aziende possono inviare su base volontaria i report delle loro fatture con la versione 2.0 da febbraio 2020. (la data esatta sarà confermata prossimamente)

- Tutte le società devono passare alla versione 2.0 il 04/01/2020 alle 00:00.

Il Ministero dell’Economia ungherese rimanda al 1 luglio 2018 la data del Decreto 23/2014 per l’implementazione della dichiarazione dell’IVA in tempo reale. Il governo sta ancora lavorando e ultimando i dettagli del processo, come ad esempio il protocollo di comunicazione che verrà utilizzato per inviare i dati.

Per avviare questo processo, il governo ungherese ha creato una piattaforma denominata KOBAK, mediante la quale sarà possibile realizzare delle prove in grado di verificare se i dati esportati dell’XML sono corretti.

.ttualmente il governo ha messo a disposizione degli utenti una pagina web denominata Online Invoice System per consultare le informazioni e potersi preparare al nuovo sistema (RTIR). Il formato utilizzato per la generazione dell’informativa sarà XML.

I contribuenti dovranno inviare le informazioni relative all’IVA in ogni fattura, in un tempo massimo pari a 24 ore dall’emissione. Tale obbligatorietà riguarderà tutte le fatture contenenti un valore dell’IVA di almeno 100.000 fiorini ungheresi. Tale cifra equivale a circa 320 euro. Interesserà anche tutte le aziende straniere registrate in Ungheria ai fini dell’IVA. La mancata osservanza di questa legge può comportare fino a 500.000 fiorini ungheresi di multa (€1.600 a fattura).

Questo nuovo sistema interesserà i processi interni delle aziende durante la registrazione e la preparazione delle informazioni da inviare. Per un’azienda, realizzare questi processi per ognuna delle fatture ricevute può comportare l’impiego di gran parte del tempo e delle risorse umane. Esistono però soluzioni tecnologiche che possono garantire l’osservanza dell’immediatezza richiesta dalla normativa.

Come automatizzare la creazione e l’invio delle informazioni IVA elettroniche?

La soluzione automatizza la creazione del file XML dall’ERP e il successivo invio all’autorità tributaria attraverso la connessione proposta da quest’ultima.

EDICOM, in qualità di partner tecnologico specializzato, è in grado di realizzare tutto il processo automaticamente, per evitare l’insorgere di grandi cambiamenti nei processi interni delle aziende. Il flusso segue queste fasi:

  • Estrazione dei dati delle fatture dell’ERP.
  • Creazione del file strutturato XML.
  • Collegamento con la HU TA.
  • Invio del file.
  • Ricezione e archiviazione delle notifiche e integrazione nell’ERP.

Tutto questo processo è automatico e viene svolto in pochi secondi in modo del tutto trasparente per l’utente. Ciò significa che i reparti contabili e amministrativi possono continuare a lavorare dai loro sistemi di gestione abituali.

Inoltre la piattaforma EDICOM non solo è preparata per la dichiarazione elettronica dell’IVA, ma anche per la fatturazione elettronica e per qualsiasi altra comunicazione commerciale o fiscale.

Altri sistemi per l’IVA elettronica in vigore

Il 1 luglio 2017 è stato avviato un sistema simile in Spagna, denominato SII. In questo caso le aziende dispongono di 4 giorni dall’emissione o ricezione della fattura per dichiarare le imposte, e lo fanno direttamente alla sede elettronica dell’Agenzia delle Entrate, che restituisce con le notifiche corrispondenti.

La Lituania ha avviato un sistema di amministrazione tributaria intelligente denominato i.MAS. Questa iniziativa di modernizzazione si basa su tre aree diverse: la lettera di vettura elettronica (i.VAZ), la fatturazione elettronica e la dichiarazione dell’IVA (i.SAF), e l’archivio di auditing fiscale elettronico (i.SAF-T).

In Polonia, il Ministero delle Finanze obbliga a dichiarare i registri IVA elettronicamente mediante il file JPK_VAT. Il file JPK_VAT, che comprende il registro IVA degli acquisti e delle vendite dell’azienda, deve essere dichiarato il 25 di ogni mese.

Libro bianco sulla dichiarazione dell’IVA elettronica globale

In generale, gli organismi tributari di tutto il mondo stanno progredendo verso l’adempimento fiscale elettronico. Tuttavia in un mercato globale come quello attuale, ogni paese continua a emettere le proprie leggi, rendendo difficoltoso l'adattamento delle aziende, che considerano la tecnologia una sfida ed un'opportunità allo stesso tempo. Per questo EDICOM ha pubblicato un libro bianco gratuito, che spiega come effettuare la dichiarazione dell’IVA elettronica in ogni regione del mondo.

L'Expert Analysis Global VAT Compliance (disponibile in inglese e spagnolo) è uno strumento destinato alle aziende che operano in vari paesi del mondo o che hanno intenzione di farlo. Con questo strumento è possibile sapere come funziona l’imposta indiretta dell’IVA, come viene regolata e le relative implicazioni, sia per le aziende che per le autorità tributarie.

--> Scarica gratuitamente il libro bianco Global VAT Compliance

Vuole saperne di più?


Richieda maggiori informazioni

Tags

Cloud Computing B2B Cloud Platform EDI ASP-SaaS e-Invoicing GDSN EMCS VAN OFTP2 AS2 Certification Authority Digital Signature Outsourcing SLA Software EDICOM Events SaaS-ASP Corporate Information HUB GS1 CFDI APP Associated Facturae Data Sync partners EDICOM Retail public administrations Acreditations Web Portal EDI NF-e einvoicing Partner Web Portal SAP EDI Health Edicomdata ediwin CRP EBI Facture Demat EDI Travel B2B EDICOMNet edi logistics SAFT-PT business@mail EDI Manufacturers TSD UE 1169/2011 epayrolls SEPA factura electronica Conservazione Sostitutiva edi automotive customer support center rg1169 e-billing e-awb fattura pa UE 1169/201 Portail Chorus compliance eAWB xml-cargo peppol iata e-cargo facturación electrónica Cargo-XML EDICOMAir EDI Auto b2g eprocurement IVA ELECTRÓNICO HORECA sii SII AEAT Expert Analysis Switzerland NHS edi academy EDICOM LTA paperless OFTP EDI Web dématérialisation fiscale colombia SAF-T VAT DESADV ASN Fatture B2B SDI Chorus Pro moda Italia suiza swisscom conextrade interoperabilidad suministro inmediato de información european union digitalización settore sanitario openpeppol global einvoicing edicom sii VAT compliance air freight sector UNCTAD Orders peppol network peppol standards peppol european union tendencias interoperability interconexión factuurcongress SINTEL Brasil interoperabilidade e-procurement trends digitization digital transformation SaaS latam cybersecurity white paper FatturaPA factura electrónica colombia fashion eIDAS e-archiving ebimap SME EDICOMLta e-commerce fattura b2b B2B e-Invoicing GDPR RTIR FACe FACeB2B portugal blockchain ItalyNSO business@mailPharma

Seguici su

  • linkedin
  • rss