buscar

Attualità tecnologica
Il presente di EDICOM è la migliore garanzia per il Vostro futuro

La fattura tra privati in Italia: Come funziona la Fattura B2B/B2C?

08/06/2018

L’Italia è stato uno dei primi paesi a prevedere la fatturazione elettronica obbligatoria per i fornitori della Pubblica Amministrazione con il formato denominato FatturaPA. L’introduzione è iniziata nel 2014 e riguardava i Ministeri, l’Agenzia delle Entrate e i Corpi di Sicurezza Statali, mentre dal 31 marzo 2015 l’obbligo è stato esteso a tutto il settore pubblico, andando a incidere sulle relazioni tra gli Enti Pubblici Regionali, Provinciali e Comunali ed i relativi fornitori.

L’Italia è il primo Paese dell’UE ad esigere l’emissione obbligatoria delle fatture in formato elettronico in ambito privato. Lo scambio elettronico di documenti B2B non rappresenta però una novità. Per il settore sanitario, nella regione Emilia-Romagna è già previsto l’obbligo di emissione degli ordini di acquisto ai fornitori in formato elettronico, tramite l’uso del formato PEPPOL. Questa dematerializzazione del settore sanitario italiano continua la sua evoluzione; infatti il Governo ha stabilito che entro il 2018 tutti i fornitori del servicio sanitario nazionale dovranno essere in grado di ricevere gli ordini elettronici attraverso la piattaforma NSO (Nodo Smistamento Ordini) nello standard PEPPOL.

L’Italia è da anni un Paese molto avanzato nell’ambito della digitalizzazione delle procedure aziendali. Con questo nuovo obbligo, le aziende italiane sono destinate a subire un processo di trasformazione digitale che avrà la sua prima tappa nel luglio 2018, per poi diffondersi su più larga scala da gennaio 2019.

Come funziona la fattura B2B/B2C?

Il sistema impiegato per la Fattura B2B/B2C è molto simile a quello già utilizzato per la FatturaPA, in quanto fa uso del Sistema di Interscambio (SdI). Questa piattaforma messa a disposizione degli utenti da parte dell’Agenzia delle Entrate viene utilizzata sia per l’emissione che per la ricezione di fatture elettroniche.

Emissione di Fatture

  • Il cliente genera una fattura dal proprio ERP in un formato strutturato qualsiasi, contenente le informazioni obbligatorie ed eventualmente alcune informazioni facoltative.
  • EDICOM trasforma la fattura nel formato XML finale ed applica i meccanismi di sicurezza volti a garantire l’integrità del documento: firma elettronica qualificata e time stamp.
  • Prima di inviare l’XML al SdI viene effettuata una convalida sintattica.
  • EDICOM si collega al SdI tramite canale WebService accreditato e invia la fattura in modo sicuro.
  • Quando il SdI riceve correttamente il file XML, assegna alla transa-zione un “identificativo univoco” ed effettua ulteriori validazioni (sul contenuto, sulla sintassi e sulla firma digitale).
  • Il SdI restituisce una notifica dello stato della fattura al mittente. Se corretta, il sistema invia la fattura al destinatario in base al cana-le specificato nel registro elettronico o nella stessa fattura. Se la fattura arrivata al SdI non è valida, viene inviata una comunicazione al mittente e tale fattura non rimane registrata nel SdI. EDICOM è in grado di integrare le notifiche ricevute dal SdI nell’ERP del cliente.
  • Una volta confermata la correttezza nell’emissione della fattura, EDICOM, in qualità di Fornitore di servizi qualificati ai sensi del Re-golamento eIDAS, archivia la fattura in modalità elettronica nella propria piattaform tramite il servizio EDICOMLta, in conformità alla normativa sulla Conservazione Elettronica, con totale garanzia di sicurezza.

Ricezione delle fatture

  • Il SdI rileva nella fattura elettronica il Codice Destinatario di EDICOM, riconoscendolo come canale accreditato per la ricezione delle fatture.
  • Una volta ricevuto l’XML, EDICOM convalida il documento con la firma elettronica e lo converte nel formato necessario per l’integra-zione con l’ERP del destinatario.
  • Le informazioni della fattura vengono importate automaticamente nel sistema gestionale interno dell’azienda per un’elaborazione rapida e sicura dei dati.
  • Le fatture elettroniche ricevute vengono anche archiviate in Cloud ai sensi della normativa italiana.

Domande frequenti prima di iniziare un progetto di fatturazione elettronica B2B in Italia

Come funziona il flusso in caso di operazioni transfrontaliere?

Le aziende che effettuano operazioni con l’estero, sia per quanto riguarda l’emissione che la ricezione di fatture, dovranno tener conto delle seguenti procedure per rispettare la normativa in vigore in Italia in termini di dichiara-zione IVA.

Premesso che un’azienda estera può aderire volontariamente al SdI e ope-rare nella forma regolata (v. flusso nel diagramma), nel caso in cui questa decida di non aderire al SdI, l’azienda italiana partner ha l’obbligo di dichia-rare i dati delle fatture tramite il documento XML TDF (Trasmissione Dati Fatture), contenente solo i dati delle fatture (estere) che non siano transitate attraverso il SdI.

La trasmissione telematica del TDF avviene entro l’ultimo giorno del mese successivo al mese di riferimento delle dichiarazioni ivi contenute. Non è obbligatorio comunicare il TDF per le transazioni per cui è stata emessa una bolletta doganale.

Una piattaforma per la fatturazione elettronica globale

La soluzione di fattura elettronica per l’Italia, creata e gestita da EDICOM, è adatta sia alla fatturazione tra aziende private, sia alla fatturazione con le Pubbliche Amministrazioni italiane. Una piattaforma di servizio completa e sicura, che garantisce la connettività con qualsiasi partner o istituzione.

EDICOM offre ai propri clienti una piattaforma di fatturazione elettronica globale che rispetta i requisiti e le normative locali. È una soluzione scalabile e internazionale, adeguata ai requisiti normativi della fatturazione elettronica in più di 65 paesi nel mondo. È la soluzione ottimale per quelle aziende che operano in diversi mercati basandosi su un sistema di gestione interna centralizzato. e che quindi devono essere in grado di elaborare questi documenti in conformità con la legislazione in vigore in ogni paese.

Maggiori informazioni

Vuole saperne di più?


Richieda maggiori informazioni

Tags

Cloud Computing B2B Cloud Platform EDI ASP-SaaS e-Invoicing GDSN EMCS VAN OFTP2 AS2 Certification Authority Digital Signature Outsourcing SLA Software EDICOM Events SaaS-ASP Corporate Information HUB GS1 CFDI APP Associated Facturae Data Sync partners EDICOM Retail public administrations Acreditations Web Portal EDI NF-e einvoicing Partner Web Portal SAP EDI Health Edicomdata ediwin CRP EBI Facture Demat EDI Travel B2B EDICOMNet edi logistics SAFT-PT business@mail EDI Manufacturers TSD UE 1169/2011 epayrolls SEPA factura electronica Conservazione Sostitutiva edi automotive customer support center rg1169 e-billing e-awb fattura pa UE 1169/201 Portail Chorus compliance eAWB xml-cargo peppol iata e-cargo facturación electrónica Cargo-XML EDICOMAir EDI Auto b2g eprocurement IVA ELECTRÓNICO HORECA sii SII AEAT Expert Analysis Switzerland NHS edi academy EDICOM LTA paperless OFTP EDI Web dématérialisation fiscale colombia SAF-T VAT DESADV ASN Fatture B2B SDI Chorus Pro moda Italia suiza swisscom conextrade interoperabilidad suministro inmediato de información european union digitalización settore sanitario openpeppol global einvoicing edicom sii VAT compliance air freight sector UNCTAD Orders peppol network peppol standards peppol european union tendencias interoperability interconexión factuurcongress SINTEL Brasil interoperabilidade e-procurement trends digitization digital transformation SaaS latam cybersecurity white paper FatturaPA factura electrónica colombia fashion eIDAS e-archiving ebimap SME EDICOMLta e-commerce fattura b2b B2B e-Invoicing GDPR RTIR FACe FACeB2B portugal blockchain ItalyNSO

Seguici su

  • linkedin
  • rss