buscar

Attualità tecnologica
Il presente di EDICOM è la migliore garanzia per il Vostro futuro

Un 2017 ricco di novità per la fattura elettronica in Europa

11/01/2017

einvoicing european union 2017

Gli stati membri dell’Unione Europea dovranno introdurre obbligatoriamente la fattura elettronica europea tra il Settore pubblico e i suoi fornitori prima del 27 novembre 2018. La Direttiva 2014/55/UE è una norma volta a semplificare le relazioni commerciali transfrontaliere grazie alla creazione di uno standard comune e interoperabile. In seguito all’adozione della fattura elettronica da parte di tutti i paesi dell'Unione Europea, è previsto un risparmio economico pari a 2,3 miliardi di euro.

In prossimità dell’entrata in vigore dell’obbligo, alcuni paesi hanno anticipato la data limite del 2018 e stanno già introducendo progressivamente la fatturazione elettronica B2G per quanto riguarda i fornitori della Pubblica amministrazione. Iniziamo quindi un ripasso delle novità e degli aggiornamenti relativi ai paesi dell’Unione Europea e ai progetti attivi introdotti in materia di fatturazione elettronica.

A dicembre 2016, in Spagna è entrato in vigore un Regio decreto che prevede, per circa 62.000 aziende aventi specifici requisiti, l’invio delle dichiarazioni IVA in formato elettronico, a partire dal 1 luglio 2017. Questo sistema, denominato Suministro Inmediato de Información (invio immediato dell’informazione) stabilisce la rilevanza elettronica dei registri IVA allo scopo di promuovere lo scambio elettronico dei documenti fiscali. È possibile scaricare qui il Libro bianco del SII Suministro Inmediato de Información per tutte le informazioni in merito.

In Italia la FatturaPA si aggiorna alla nuova versione 1.2. Il formato utilizzato per lo scambio delle fatture elettroniche con la Pubblica amministrazione è stato ampliato per consentire anche la fatturazione elettronica tra aziende private a partire dal 1 gennaio 2017. Dal 9 gennaio prossimo, il Sistema di Interscambio accetterà solamente fatture elettroniche emesse nel nuovo formato 1.2, secondo quanto previsto dalle norme aggiornate.

In Francia, dal 1 gennaio 2017, le grandi aziende saranno interessate dall’obbligo di emissione delle fatture elettroniche indirizzate alla Pubblica amministrazione, mentre il precedente portale Portal Chorus verrà sostituito dal nuovo Chorus Portail Pro 2017. Per le restanti aziende si sta lavorando a un progetto pilota, già in fase di produzione, e del quale Edicom fa parte. Scaricate il libro bianco della fattura elettronica in Francia per conoscere tutte le informazioni utili su questo progetto di dematerializzazione.

Nel Regno Unito, il National Health Service (NHS) sta promuovendo un’iniziativa di eProcurement grazie alla quale tutte le procedure di gestione e di acquisto e le comunicazioni con il settore sanitario pubblico britannico avverranno in modalità elettronica. Il 31 marzo 2017 scadrà il termine entro il quale i fornitori dovranno adeguarsi al sistema di ricezione degli ordini dai punti di accesso dell'NHS; dovranno inoltre essere in grado di gestire l'invio delle fatture tramite questo sistema prima del 30 settembre 2017. Tutti questi scambi avverranno nell’ambito della rete PEPPOL. Se desiderate ulteriori informazioni sugli obiettivi di questa iniziativa e sui termini di introduzione nelle aziende consigliamo di scaricare gratuitamente il libro bianco della NHS eProcurement Strategy (disponibile in inglese e spagnolo).

In Olanda, a partire dal 1 gennaio 2017, il Governo centrale richiederà l’invio di fatture elettroniche tramite la sua piattaforma, denominata Digipoort, solamente ai fornitori con contratti firmati a partire dal 1 gennaio 2017. I fornitori con contratti stipulati prima di questa data non saranno interessati da questo obbligo, anche se potranno decidere volontariamente di trasmettere le fatture in modo elettronico, se lo desiderano. Per collegarsi alla piattaforma Digipoort è consigliabile installare una soluzione integrata con l’ERP aziendale, per assicurare procedure trasparenti e snelle.

In Germania si sta già lavorando a una proposta di legge volta a regolare la fattura elettronica nella contrattazione pubblica a livello federale, in attesa di approvazione definitiva. Anche le varie comunità e gli organismi municipali stanno lavorando all’introduzione di normative proprie in merito alla fattura elettronica. Lo standard proposto dalla Germania è un formato ibrido denominato “ZUGFeRD”, pensato per poter essere utilizzato sia dalle grandi aziende, che da quelle medie e piccole. Questo formato ibrido è costituito da un PDF A3 e da un XML incorporato, il quale permette una semplice visualizzazione e, al contempo, la possibilità di integrare i dati necessari negli ERP delle aziende che desiderano automatizzare il processo.

In Polonia, le aziende con meno di 250 dipendenti e un volume d’affari di oltre 2 milioni di euro dovranno inviare i registri IVA all’Agenzia delle Entrate in modalità elettronica, nel rispetto dello standard SAF-T, a partire da gennaio 2017. All’Agenzia delle Entrate dovranno essere inviati gli archivi denominati VAT evidence o JPK_VAT. L’obbligo riguarda tutte le aziende registrate in Polonia e soggette a IVA, anche se queste non hanno sede fiscale nel paese. La Polonia si sta progressivamente adattando a questo nuovo sistema, già utilizzato dalle grandi aziende da luglio 2016 e, a partire da gennaio 2018, anche dalle imprese con meno di 15 dipendenti.

In Belgio anche il governo fiammingo anticipa la Direttiva europea chiedendo ai propri fornitori di ricevere le fatture in formato elettronico tramite la sua piattaforma Mercurius, a partire dal 1 gennaio 2017. Il governo belga ha optato per lo standard PEPPOL, il quale promuove l’utilizzo di uno standard unico (UBL 2.1) tramite la rete PEPPOL. Edicom può connettersi con questa rete per inviare le fatture elettroniche a qualsiasi Pubblica amministrazione europea.

In Portogallo è stata pubblicata l’ordinanza nº 302/2016 che regola il formato dell’XML standard e consente una facile esportazione di un insieme predefinito di registri contabili in un formato leggibile e comune, denominato SAF-T. L’ordinanza entrerà in vigore il 1 gennaio 2017, a eccezione della struttura di dati che si riferisce all’articolo 3, che entrerà in vigore il 1 luglio 2017.

EDICOM, certificato come Access Point per la piattaforma PEPPOL

L’accredito come PEPPOL Access Point o entità terza autorizzata, consente a Edicom di collegarsi alla piattaforma PEPPOL, tramite la quale le aziende private e i governi europei possono scambiarsi documenti elettronici di qualsiasi tipo.

Edicom inoltre vanta un HUB delle Pubbliche amministrazioni globale, in grado di assicurare la connettività con qualsiasi organismo pubblico in modo trasparente per l’utente e compatibile con i requisiti fiscali e legislativi dei vari paesi. Tramite questo HUB vengono automatizzate le comunicazioni con i vari enti pubblici.

Edicom gestisce inoltre un Osservatorio Permanente della Fatturazione Elettronica  a livello mondiale, il quale assicura un aggiornamento costante e una profonda conoscenza delle normative in vigore nei vari paesi coinvolti, l’adattamento delle nostre piattaforme alle specifiche dei paesi di origine e di destinazione e che ci consente di poter vantare un’esperienza riconosciuta sui mercati internazionali.

Vuole saperne di più?


Richieda maggiori informazioni

Tags

Cloud Computing B2B Cloud Platform EDI ASP-SaaS e-Invoicing GDSN EMCS VAN OFTP2 AS2 Certification Authority Digital Signature Outsourcing SLA Software EDICOM Events SaaS-ASP Corporate Information HUB GS1 CFDI APP Associated Facturae Data Sync partners EDICOM Retail public administrations Acreditations Web Portal EDI NF-e einvoicing Partner Web Portal SAP EDI Health Edicomdata ediwin CRP EBI Facture Demat EDI Travel B2B EDICOMNet edi logistics SAFT-PT business@mail EDI Manufacturers TSD UE 1169/2011 epayrolls SEPA factura electronica Conservazione Sostitutiva edi automotive customer support center rg1169 e-billing e-awb fattura pa UE 1169/201 Portail Chorus compliance eAWB xml-cargo peppol iata e-cargo facturación electrónica Cargo-XML EDICOMAir EDI Auto b2g eprocurement IVA ELECTRÓNICO HORECA sii SII AEAT Expert Analysis Switzerland NHS edi academy EDICOM LTA paperless OFTP EDI Web dématérialisation fiscale colombia SAF-T VAT DESADV ASN Fatture B2B SDI Chorus Pro moda Italia suiza swisscom conextrade interoperabilidad suministro inmediato de información european union digitalización settore sanitario openpeppol global einvoicing edicom sii VAT compliance air freight sector UNCTAD Orders peppol network peppol standards peppol european union tendencias interoperability interconexión factuurcongress SINTEL Brasil interoperabilidade e-procurement trends digitization digital transformation SaaS latam cybersecurity white paper FatturaPA factura electrónica colombia fashion eIDAS e-archiving ebimap SME EDICOMLta e-commerce fattura b2b B2B e-Invoicing GDPR RTIR FACe FACeB2B portugal blockchain ItalyNSO business@mailPharma

Seguici su

  • linkedin
  • rss